fasola

Dott. Fasola buongiorno, in Modulo Group quale ruolo ricopre ed in particolare in cosa consiste la sua attività quotidiana?
In Modulo Group mi occupo della gestione della divisione di Management Training e svolgo l’attività di consulenza direzionale per i nostri clienti.

Da cosa nasce la sua passione per il mondo del Management Training?
Lo studio dei cambiamenti personali, sociali ed economici mi ha sempre affascinato. Promuovere una trasformazione in una organizzazione complessa come una impresa è una sfida che mi appassiona e mi stimola intellettualmente.

Chi fa la sua professione come deve guardare al futuro del mondo del Management Training?
Il futuro deve essere guardato con rigore, ma anche con ottimismo. Le prossime evoluzioni tecnologiche modificheranno ulteriormente il panorama lavorativo, rendendo obsolete numerose professioni. La necessità di formare le persone per renderle adeguate nello svolgimento di attività sempre più complesse e ad alto valore aggiunto è un trend presente e che andrà a crescere.

Giustamente Lei sottolinea l’importanza del rimanere aggiornati, sempre al passo. Quanto tempo dedica alla sua “formazione”? Ritiene che un manager come lei debba riservare ogni settimana del tempo al proprio miglioramento?
La visita di un museo, la scrittura o la presentazione di un progetto, un viaggio, l’incontro con un professionista che opera in un contesto lontano dal nostro possono essere tutti momenti formativi. La chiave risiede nello sguardo con cui interagiamo con il mondo. Se abbiamo curiosità ed una prospettiva, la formazione e la tensione al miglioramento possono diventare parte integrante della nostra esistenza.

Modulo Group non è la sola azienda nel panorama italiano che si occupa di Ricerca e Selezione di personale Qualificato, di Management Training. Cosa la distingue dai propri competitor?
La credibilità. Ai nostri clienti parliamo dell’importanza dell’internazionalizzazione e noi abbiamo aperto con grande soddisfazione una divisione a Cracovia in Polonia. Parliamo di complessità ed ibridazione delle competenze ed al nostro interno lavorano economisti, psicologi, ingegneri, filosofi, spesso insieme sugli stessi progetti. Professiamo la centralità del cliente nella costruzione di qualsiasi piano industriale e possiamo vantare aziende che ci vedono come loro partner da quasi vent’anni. Siamo convinti della responsabilità sociale dell’impresa e del suo ruolo portante nello sviluppo dell’Italia e dell’Europa, in più di venticinque anni di presenza del mercato siamo sempre stati coerenti con questo mandato.

Dott. Fasola, la sua esperienza nel mondo del Management Training, ed in particolar modo la sua capacità di risolvere problemi aziendali, Le hanno dato modo di gestire al meglio i rapporti con i suoi collaboratori?
Occuparsi di formazione permette di sviluppare una visione prospettica che permette di integrare la necessità dell’impresa che è soddisfatta dalla capacità dei propri collaboratori di raggiungere gli obiettivi che caratterizzano il loro ruolo, ma che al contempo sia in grado di offrire spazi ed opportunità in cui le persone possano crescere ed esprimere al massimo il proprio potenziale. Saper lavorare parallelamente sul presente e sul futuro costituisce la chiave per gestire al meglio l’impresa e le persone che vi operano.

Verso dove si sta dirigendo il mondo della Formazione Aziendale, del Managemenet Training?
Il mondo della formazione sta divenendo sempre più sofisticato, integrare competenze manageriali e relazionali con conoscenze culturali, organizzative o tecnologiche da elemento distintivo sta divenendo la base per svolgere con efficacia l’attività. Il formatore esperto d’aula, per quanto bravo e coinvolgente, sta scomparendo, con sempre più insistenza il mercato si sta orientando verso imprese che sappiano attivare professionisti che hanno una conoscenza evoluta delle organizzazioni, delle loro dinamiche interne e delle criticità che debbono gestire per poter prosperare sul mercato.

Quanto le aziende sono consapevoli oggi che hanno bisogno di realtà come Modulo Group?
Credo che sia parte della missione di Modulo promuovere consapevolezza. Spesso ci si dimentica di quanto sia difficile per un impresa essere competitiva. Investire in formazione con risorse economiche limitate, ridurre il numero delle persone operative, impegnandole in attività non caratteristiche, trovare le energie per attivare un progetto di cambiamento quando la gestione dell’ordinario è già molto onerosa, costituiscono ragioni forti per capire come mai una azienda possa non avvertire la necessità di promuovere una trasformazione organizzativa attraverso la crescita dei propri collaboratori. Penso che se lavoreremo bene la consapevolezza andrà ad aumentare generando reciproca soddisfazione.

Come vede oggi il mercato della formazione? E come crede evolverà ne prossimo futuro?
Volendo dare una nota radicale alla risposta vedo da una parte il tramonto sia dei corsi a catalogo, sia degli approcci completamente destrutturati e tailor made. Credo che oggi una Società che offra formazione e consulenza debba prendersi la responsabilità di indicare al cliente quali sono i temi che potranno essere per lui più utili per raggiungere i suoi obiettivi, mantenendo al contempo l’umiltà di saper modellare gli interventi stessi nel rispetto dell’identità, dei valori e della storia che caratterizza l’azienda cliente. Chi saprà essere interprete virtuoso di questo equilibrio riuscirà a prosperare grazie al successo che contribuirà a produrre nei propri clienti.